soluzioni per l'udito apparecchi acustici per bambini protesi acustiche

SENTIRE
capire

vivere

L'udito

problemi di udito

L’udito è il primo senso che si manifesta  e ci accompagna per tutta la vita, mettendoci in stretto contento con le persone e il mondo che ci circonda. L’apparato uditivo è molto complesso e funziona proprio grazie ai numerosi elementi presenti in esso che, combinati tra loro, trovano il proprio centro nevralgico nell’orecchio:

  • orecchio interno, formato da canali e piccole cavità che si aprono nella rocca petrosa dell’osso temporale. Dall'orecchio interno si dipartono le terminazioni del nervo acustico che trasmettono l'impulso sonoro ai centri cerebrali;
  • orecchio medio, costituito dalla cassa del timpano (catena ossiculare, tuba  di Eustachio, antro e cellule mastoidee). Esso contiene tre piccoli ossicini che si interpongono tra la membrana del timpano e l’orecchio interno;
  • orecchio esterno, composto da padiglione auricolare e condotto uditivo esterno. Raccoglie e convoglia le onde sonore e fornisce adeguata protezione alla membrana timpanica.

 

Ecco le possibili cause dell’ipoacusia

Età.  L’avanzare dell’età può essere una delle cause della diminuzione dell’udito. Generalmente ne sono più colpiti gli uomini (circa il 30% della popolazione con più di 60 anni).Questo fenomeno è molto graduale ed è dovuto al deterioramento delle cellule ciliate.

Rumore. Le cellule ciliate possono essere danneggiate da incidenti, ma anche da rumori eccessivi. Infatti, l’inquinamento acustico è una delle prime cause di invalidità dell’udito.

Fumo, Alcool e Farmaci. Esiste una correlazione tra il fumo con le patologie dell’orecchio, così come l’assunzione di farmaci e di alcuni farmaci.

Alimentazione. L’eccesso di grassi può aumentare la possibilità di invalidare il funzionamento dell’udito. La causa è l’accumulo di grassi nei vasi sanguigni dell’udito. È consigliato seguire un’alimentazione bilanciata, ricca di fibre, frutta e verdura.

Ereditarietà. Se in famiglia ci sono casi di ipoacusia è molto probabile che possa essere trasmessa ai figli.

Patologie dell’orecchio. Le infezioni possono essere causa di perdita dell’udito, come infezioni dovute a bagni in acque inquinate o tappi di cerume, oppure infezioni derivanti da meningite o dall’azione di un oggetto appuntito che può causare la perforazione del timpano.

 

Tipologia di perdita uditiva

 

ORECCHIO ESTERNO

Sordità Trasmissiva

Suoni affievoliti. La sensazione è quella di avere le orecchie tappare e sentire la propria voce insolitamente forte.

CAUSE: Otite, tappo di cerume, corpo estraneo, infiammazione all’orecchio medio e otosclerosi.

 

ORECCHIO MEDIO

Sordità di tipo misto

Si manifesta quando sono presenti sia i sintomi della sordità trasmissiva e della sordità neurosensoriale.

Sordità Neurosensoriale

È una patologia che deriva da disturbi dell’orecchio interno. Si verifica quando le cellule ciliate e le fibre nervose non funzionano bene o sono danneggiate. Questa tipologia è quasi sempre permanente e richiede l’utilizzo di apparecchi acustici.

Sordità Centrale

Questa tipologia di presenta quando il segnale non arriva alle aree celebrali deputate alla funzione.

 

L’ACUFENE

L’acufene è al percezione del rumore anche in assenza di qualunque sorgente sonora esterna. Il paziente affetto da acufene percepisce ronzii, fischi e fruscii, a volte intensi altre meno. L’acufene può essere localizzato anche in entrambi gli orecchi e colpisce circa il 10% della popolazione in maniera saltuaria e il 5%, invece, ne soffre costantemente.